XIV LEGISLATURA

RELAZIONE - N. 232 - 494 - 2950 - 3486 - 3713 - 3845 - 3846 - 3862 - 3978-A




PARERE DELLA I COMMISSIONE PERMANENTE

(Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e
interni)


          Il Comitato permanente per i pareri della I Commissione,

              esaminato il testo unificato dei progetti di legge C. 232 Piscitello e abbinati, recante accesso ai servizi e alle risorse telematiche pubbliche e di pubblica utilità da parte dei cittadini diversamente abili;

              rilevato che le disposizioni da esso recate appaiono riconducibili, in linea generale, alla materia "determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni relative ai diritti civili e sociali da garantire su tutto il territorio nazionale" che l'articolo 117, secondo comma, lettera m), della Costituzione, demanda alla competenza legislativa esclusiva dello Stato;

              rilevato altresì che le predette disposizioni incidono anche, per una pluralità di aspetti, sulle materie "ordinamento e organizzazione amministrativa dello Stato e degli enti pubblici nazionali", "ordinamento civile e penale", "sistema tributario e contabile dello Stato", "norme generali sull'istruzione", anch'esse riservate alla competenza legislativa esclusiva dello Stato dall'articolo 117, secondo comma, lettere g), l), e) ed n) della Costituzione;

              ritenuto che non sussistano motivi di rilievo sugli aspetti di legittimità costituzionale,

          esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente osservazione:

              all'articolo 4, comma 2, al fine di evitare incongruità del dettato normativo, valuti la Commissione l'esigenza di riformulare il primo periodo specificando che i contratti ivi previsti devono recare la clausola di rispetto dei requisiti di accessibilità, sopprimendo l'inciso "a pena di nullità", tenuto conto del fatto che al medesimo comma si prevede che il contratto stipulato in difetto di tale clausola si intende integrato di diritto con la clausola medesima.



PARERE DELLA II COMMISSIONE PERMANENTE

(Giustizia)


          La II Commissione,

              esaminato il testo unificato dei progetti di legge n. 232 ed abbinati;

              ritenuta l'opportunità che i diritti dei disabili siano garantiti da sanzioni più efficaci anche in relazione alle procedure per l'acquisto di beni e per la fornitura di servizi informatici,

          esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti osservazioni:

              a) valuti la Commissione di merito l'opportunità di formulare la disposizione dell'articolo 4 con maggiore chiarezza, possibilmente eliminando il riferimento alla nullità del contratto, poiché in realtà si verte su un caso di integrazione legale del contenuto del contratto. Inoltre sarebbe opportuno chiarire se il riferimento all'amministrazione stipulante riguardi solo le pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001 o, al contrario, tutti i soggetti di cui all'articolo 3 del provvedimento;

              b) all'articolo 8, valuti la Commissione di merito l'opportunità di chiarire se si voglia sanzionare solamente l'inadempimento agli obblighi dirigenziali in materia di formazione o se, come sembrerebbe dal riferimento alle "disposizioni della presente legge", si intenda invece far riferimento anche agli obblighi previsti da altri articoli del provvedimento. Se così fosse, sarebbe opportuno inserire la disposizione sanzionatoria in un articolo a sé stante.
PARERE DELLA VI COMMISSIONE PERMANENTE

(Finanze)


          La VI Commissione,

              esaminato ai sensi dell'articolo 73, comma 1-bis, del regolamento, per gli aspetti attinenti alla materia tributaria, il testo unificato dei progetti di legge C. 232 Piscitello ed abbinati, recante disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatiici,

          esprime

NULLA OSTA



PARERE DELLA VII COMMISSIONE PERMANENTE

(Cultura, scienza e istruzione)


          La VII Commissione,

              esaminato il testo unificato dei progetti di legge C. 232 e abbinati, concernente disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici,

          esprime

PARERE FAVOREVOLE.
PARERE DELLA VIII COMMISSIONE PERMANENTE

(Ambiente, territorio e lavori pubblici)


          La VIII Commissione,

              esaminato il testo unificato dei progetti di legge n. 232 e abbinati, recante "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici",

          esprime:

PARERE FAVOREVOLE
PARERE DELLA X COMMISSIONE PERMANENTE

(Attività produttive, commercio e turismo)


          "La X Commissione,

              esaminato il testo unificato dei progetti di legge C. 232 Piscitello e abbinati, recante "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici",

          delibera di esprimere

PARERE FAVOREVOLE"



PARERE DELLA XI COMMISSIONE PERMANENTE

(Lavoro pubblico e privato)


          La XI Commissione,

              esaminato il testo unificato dei progetti di legge n. 232 e abbinati recante "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici";

              ricordato che nell'Unione europea vivono circa 37 milioni di cittadini diversamente abili, di cui più di 2 milioni in Italia;

              considerato che l'accesso alle informazioni e alle telecomunicazioni continua a rappresentare una sfida per 37 milioni di cittadini dell'Unione europea diversamente abili;

              ritenendo politicamente doveroso assicurare l'approvazione della legge entro la fine del 2003, "Anno europeo dei disabili";

              auspicando che alle misure ordinamentali contenute nel testo unificato possano affiancarsi incentivi di natura fiscale volti a favorire la totale uguaglianza e partecipazione di tutti i cittadini alla vita associata,

          esprime

PARERE FAVOREVOLE
PARERE DELLA XII COMMISSIONE PERMANENTE

(Affari sociali)


          La XII Commissione

              esaminato, il testo unificato dei progetti di legge C. 232 ed abbinati, recante "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici",

          esprime:

PARERE FAVOREVOLE



PARERE DELLA XIV COMMISSIONE PERMANENTE

(Politiche dell'Unione Europea)


          La XIV Commissione,

              esaminato il testo unificato dei progetti di legge n. 232 ed abbinati,

              considerato che le basi per la promozione dell'uguaglianza dei diritti per i disabili in tutta l'Unione europea poste con l'introduzione dell'articolo 13 del Trattato di Amsterdam risultano ulteriormente rafforzate dal progetto di Trattato che istituisce una Costituzione per l'Europa il cui articolo II-26 stabilisce che l'Unione riconosce e rispetta il diritto dei disabili di beneficiare di misure volte a garantirne l'autonomia, l'inserimento sociale e professionale nonché la partecipazione alla vita della comunità,

              ricordato che la comunicazione della Commissione "Verso un'Europa senza ostacoli per i disabili" del 2 maggio 2000 (COM(2000)284) mira a mettere la società dell'informazione al servizio di tutti e proclama il 2003 Anno europeo dei disabili, in modo da aumentare il grado di sensibilizzazione e creare una dinamica per le nuove politiche, rafforzando il concetto di cittadinanza europea per i disabili,

              sottolineato come le istituzioni comunitarie nell'ambito della strategia eEurope abbiano dedicato particolare attenzione al tema della disabilità, promuovendo: all'interno del piano d'azione eEurope 2002 la partecipazione di tutti all'economia basata sulla conoscenza e garantendo in particolare ai disabili il massimo livello di accessibilità alle tecnologie dell'informazione con specifico riferimento ai siti web delle pubbliche amministrazioni degli Stati membri e delle istituzioni europee; nell'ambito del piano d'azione eEurope 2005 e, in particolare, dell'obiettivo eGovernment (autorità pubbliche on-line), la realizzazione di servizi pubblici interattivi accessibili a tutti; nell'ambito della comunicazione della Commissione del 25 settembre 2001 "eEurope 2002: accessibilità e contenuto dei siti Internet delle amministrazioni pubbliche", l'applicazione delle linee guida dell'iniziativa WAI (Web Accessibility Iniziative) ai siti Internet delle pubbliche amministrazioni,

              ricordate, infine, le risoluzioni del Consiglio del 6 febbraio 2003, sul tema "eAccessibility" - Migliorare l'accesso delle persone con disabilità alla società dei saperi", del 15 luglio 2003 sulla promozione dell'occupazione e dell'integrazione sociale delle persone con disabilità e del 5 maggio 2003 sulle pari opportunità per gli alunni e gli studenti disabili nel settore dell'istruzione e della formazione,

          esprime

PARERE FAVOREVOLE




Frontespizio Testo articoli