XIV LEGISLATURA

PROGETTO DI LEGGE - N. 1608




PROPOSTA DI LEGGE COSTITUZIONALE


Art. 1.

        1. L'articolo 57 della Costituzione è sostituito dal seguente:

        "Art. 57 - Il Senato federale della Repubblica è eletto su base regionale ed è composto da cento senatori eletti dalle Regioni, dai rappresentanti degli italiani all'estero nonché dai senatori a vita.
        Ad ogni Regione sono attribuiti due seggi. La ripartizione dei restanti seggi tra le regioni si effettua in proporzione della popolazione, quale risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti.
        I senatori di ogni Regione sono eletti contestualmente alle elezioni dell'Assemblea regionale. La legge stabilisce la disciplina transitoria relativa alla prima elezione e le misure di coordinamento con i sistemi elettorali regionali.
        I senatori restano in carica cinque anni e si rinnovano in occasione di ogni elezione della corrispondente Assemblea regionale.
        Lo statuto regionale stabilisce i modi di reciproca informazione e di collaborazione tra i senatori eletti nella Regione e l'Assemblea regionale e il Consiglio delle autonomie locali.
        I presidenti delle Regioni possono partecipare, con diritto di parola, alle sedute del Senato federale della Repubblica".


Art. 2.

        1. L'articolo 70 della Costituzione è sostituito dal seguente:

        "Art. 70 - La funzione legislativa dello Stato è esercitata dalla Camera dei deputati e dal Senato federale della Repubblica.
        Sono approvate dalle due Camere le leggi concernenti:

            a) politica estera e rapporti internazionali dello Stato; rapporti dello Stato con l'Unione europea; diritto di asilo e condizione giuridica dei cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea;

            b organi dello Stato e relative leggi elettorali; referendum statali; elezione del Parlamento europeo;

            c) determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale; perequazione delle risorse finanziarie;

            d) cittadinanza, stato civile e anagrafi; immigrazione;

            e) ordine pubblico e sicurezza;

            f) norme generali sull'istruzione;

            g) tutela dell'ambiente, dell'ecosistema e dei beni culturali.

        Sono esaminati dal Senato federale della Repubblica e, se approvati, sono trasmessi alla Camera dei deputati, i disegni di legge concernenti:

            a) statuti speciali delle Regioni;

            b) legislazione elettorale, organi di governo e funzioni fondamentali di Comuni, Province e Città metropolitane;

            c) princìpi fondamentali della legislazione concorrente;

            d) modifiche territoriali di cui all'articolo 132.

        La Camera dei deputati, a richiesta di un terzo dei suoi componenti, presentata entro dieci giorni dalla trasmissione, esamina i disegni di legge concernenti le materie di cui al terzo comma.
        Entro i trenta giorni successivi delibera e può proporre modifiche sulle quali il Senato federale della Repubblica decide in via definitiva.
        Ogni disegno di legge non ricompreso nelle materie di cui ai commi secondo e terzo è esaminato dalla Camera dei deputati e, se approvato, è trasmesso al Senato federale della Repubblica. Il Senato federale, a richiesta di un terzo dei suoi componenti, presentata entro dieci giorni dalla trasmissione, esamina il disegno di legge. Entro i trenta giorni successivi delibera e può proporre modifiche sulle quali la Camera dei deputati decide in via definitiva".


Art. 3.

        1. All'articolo 55 della Costituzione, le parole: "Senato della Repubblica" sono sostituite dalle seguenti: "Senato federale della Repubblica".
        2. Al secondo comma dell'articolo 56 della Costituzione la parola: "seicentotrenta" è sostituita dalla seguente: "quattrocento".
        3. Il primo comma dell'articolo 60 della Costituzione è sostituito dal seguente: "La Camera dei deputati è eletta per cinque anni".


Art. 4.

        1. All'articolo 135 della Costituzione, il primo comma è sostituito dal seguente:

        "La Corte costituzionale è composta da venti giudici, nominati per un quarto dal Presidente della Repubblica, per un quarto dalla Camera dei i deputati, per un quarto dal Senato federale della Repubblica, per un quarto dalle supreme magistrature ordinarie e amministrative".



Frontespizio Relazione